Aspirazioni su cappe

Aspirazioni su cappe

L’aspirazione sulle cappe è utilizzata sia a valle di un sistema di soffiaggio per recuperare l’aria insufflata mediante gli ugelli: l’importanza di aspirare in modo uniforme è una caratteristica che permette di non avere una predominanza di flusso in una parte ma un’elevata uniformità al fine di non avere disturbi in caso di film.

L’aspirazione delle cappe di aspirazione serve a prevedere la distanza alla quale la cappa sarà in grado di aspirare.

Questo è ad esempio fondamentale quando si progettano le cappe di aspirazione gas di scarico che sono sistemi mobili che si usano nei banchi a rulli o nei banchi di prova e di test autoveicoli.

Un altro settore dove è fondamentale studiare i comportamenti delle cappe in caso di aspirazione di gas inquinanti, come ad esempio corone che vengono inserite sopra a delle vasche di trattamento.

Un altro fondamentale principio di aspirazione, sono le cappe di aspirazione delle zone di verniciatura oppure le cappe di aspirazione delle zone di sabbiatura.

La cappa di aspirazione posta anche sulle zone di trattamento termico dei pezzi o delle zone dove viene generato fumo o inquinanti.

Certificare tali trattamenti e tali comportamenti permette di proteggere coerentemente il personale di lavoro e la zona interessata dalla lavorazione.

La capacità di cattura di un fronte aspirante dipende sia dalla velocità di aspirazione che dalla dimensione della zona aspirante che delle feritoie di aspirazione. Il calcolo fluidodinamico e la simulazione permettono di massimizzare tale fenomeno andando a dimensionare il fronte aspirante, la velocità e la distribuzione di aria.

L’aspirazione sulle cappe è utilizzata sia a valle di un sistema di soffiaggio per recuperare l’aria insufflata mediante gli ugelli: l’importanza di aspirare in modo uniforme è una caratteristica che permette di non avere una predominanza di flusso in una parte ma un’elevata uniformità al fine di non avere disturbi in caso di film.

L’aspirazione delle cappe di aspirazione serve a prevedere la distanza alla quale la cappa sarà in grado di aspirare.

Questo è ad esempio fondamentale quando si progettano le cappe di aspirazione gas di scarico che sono sistemi mobili che si usano nei banchi a rulli o nei banchi di prova e di test autoveicoli.

Un altro settore dove è fondamentale studiare i comportamenti delle cappe in caso di aspirazione di gas inquinanti, come ad esempio corone che vengono inserite sopra a delle vasche di trattamento.

Un altro fondamentale principio di aspirazione, sono le cappe di aspirazione delle zone di verniciatura oppure le cappe di aspirazione delle zone di sabbiatura.

La cappa di aspirazione posta anche sulle zone di trattamento termico dei pezzi o delle zone dove viene generato fumo o inquinanti.

Certificare tali trattamenti e tali comportamenti permette di proteggere coerentemente il personale di lavoro e la zona interessata dalla lavorazione.

La capacità di cattura di un fronte aspirante dipende sia dalla velocità di aspirazione che dalla dimensione della zona aspirante che delle feritoie di aspirazione. Il calcolo fluidodinamico e la simulazione permettono di massimizzare tale fenomeno andando a dimensionare il fronte aspirante, la velocità e la distribuzione di aria.